whatsapp news

WhatsApp news: arriva Community e l’app diventa più social

L’avete già sentita l’ultima news di WhatsApp? Si chiama Community ed è un passo avanti verso una comunicazione sempre più social.

Se c’è un’applicazione che tutti usiamo per comunicare, è proprio WhatsApp: la piattaforma di proprietà di Meta resta la prima scelta per quasi tutti gli italiani quando si vuole comunicare con amici, familiari o colleghi. Attualmente però, WhatsApp non consente di radunare ampi gruppi di persone ( il limite attualmente è di 256 contatti) che possano magari condividere gli stessi interessi. Dalle ultime novità, però, sembra che Mark abbia trovato la soluzione anche a questo

WhatsApp news: che cos’è Community?

WhatsApp news: arriva Community

Una funzione che sembra pensata proprio per dare una dimensione più social a una piattaforma ancora tendenzialmente chiusa. Community di WhatsApp permetterà di accorpare gruppi separati in un unico spazio. Gli utenti potranno ricevere aggiornamenti e organizzare facilmente spazi di discussione più piccoli e specifici per ogni argomento.

Un esempio?

Immaginiamo di essere il preside di una scuola: attraverso la creazione di una Community avremo la possibilità radunare sotto lo stesso spazio tutti i diversi gruppi di genitori, averne un minimo controllo e anche scrivere avvisi in bacheca. Chi verrà inserito all’interno della Community potrà guardare i gruppi disponibili e scegliere a quale unirsi, previa richiesta che dovrà essere accettata dall’amministratore. Al di là di tutte queste novità, WhatsApp resta comunque attento alla sicurezza degli utenti.

Come verrà gestita la privacy?

In primo luogo, l’accesso alle Community non sarà aperto a tutti: per entrare, sarà necessario essere invitati dall’amministratore, che sarà chiamato a selezionare i gruppi da introdurre o a crearne di nuovi. Non esisterà, in altre parole, una funzione di ricerca delle Community.

Allo stesso tempo, il numero di telefono degli iscritti non sarà visibile a tutti i membri della Community, ma solo a quelli con cui si condividono singoli gruppi, come già accade oggi. Ancora: solo gli amministratori potranno inviare messaggi, chiamati Avvisi, ai membri delle community nella relativa bacheca e ci sarà un limite all’inoltro dei messaggi, che potranno essere inviati a un solo gruppo alla volta, invece che ai 5 consentiti attualmente.